Home
L'Associazione
Lo Statuto
Gli Organi
Pubblicazioni
Convegni
Links

STATUTO

 

  

Art.1

 

 

E’ costituita ai sensi degli artt. 36 e seguenti del Codice Civile l’Associazione denominata:

“Associazione Internazionale per la Ricerca Storico-Giuridica e Comparatistica (ARISTEC).”

L’Associazione ha lo scopo di promuovere la cooperazione internazionale tra i docenti e gli studiosi delle discipline romanistiche, storiche e comparatistiche nelle ricerche destinate ad accrescere la conoscenza e la comprensione dei dati giuridici.

Scopo precipuo dell’Associazione è la organizzazione di convegni, conferenze, incontri e seminari destinati a facilitare ed accrescere il dialogo transnazionale tra gli studiosi delle discipline indicate, ovvero rivolti a studenti delle facoltà di giurisprudenza ed ai cultori delle materie con funzione integrativa dell’insegnamento accademico e di aggiornamento professionale.

L’Associazione promuove inoltre, in qualsiasi forma efficace, gli scambi culturali con studiosi e studenti di tutte le aree linguistiche e giuridiche.

L’Associazione infine, favorisce lo scambio di informazioni e lo spirito di collaborazione tra docenti, operatori, studiosi e discenti delle discipline romanistiche, storiche e comparatistiche.

L’Associazione non ha scopo di lucro.

 

Art.2

 

Sono soci dell’Associazione i Fondatori della stessa. Possono essere soci dell’Associazione studiosi ed operatori delle discipline romanistiche, storiche e comparatistiche, nonché tutti coloro che abbiano dato contributi scientifici di rilievo nel campo di indagini promosso dall’Associazione.

L’ammissione dei soci è deliberata dal Comitato Direttivo.

Tra essi l’Associazione promuove le forme di collaborazione più appropriate.

 

Art.3

 

Il fondo comune è costituito:

a)    dalle donazioni e dalle elargizioni di persone e di enti pubblici e privati;

b)   da fondi posti comunque a disposizione dell’Associazione per l’esecuzione di contratti o attività di ricerca, ovvero per l’esecuzione di programmi nell’ambito di cui all’art.1;

c)   da ogni altra elargizione che dovesse pervenire all’Associazione per il perseguimento dei suoi scopi.

 

Art.4

 

L’Associazione ha sede in Milano, presso il centro studi di Diritto Civile, Largo Richini n. 2/a. E’ facoltà del Consiglio Direttivo aprire una sede operativa in altro luogo.

 

Art.5

 

E’ escluso qualunque compenso a favore di soci la cui attività è eminentemente gratuita. Non costituiscono compenso i rimborsi delle spese cui hanno diritto gli associati nell’ambito della attività svolta.

 

Art.6

 

L’Assemblea si riunisce almeno una volta all’anno nella propria sede per:

1)   approvare i bilanci sociali;

2)   deliberare sul programma di attività annuali;

3)   eleggere il Presidente dell’Associazione scegliendolo tra gli associati e il Segretario Tesoriere anche non associato;

4)   eleggere i componenti del Comitato Direttivo;

5)   ammettere nuovi soci;

6)   assumere tutte le deliberazioni utili al buon andamento della vita dell’Associazione.

 

L’Assemblea è convocata dal Presidente per lettera inviata ai soci almeno 8 giorni prima della riunione, o mediante avviso telefonico. E’ inoltre convocata a richiesta di almeno 2/5 dei soci. E’ comunque assicurato il rispetto del principio dell’Ordine del Giorno.

L’assemblea delibera in ordinaria e straordinaria convocazione con le maggioranze previste dall’art. 21 Codice Civile.

Gli associati, assenti giustificati, possono delegare il voto solo ad altri associati.

Non c’è limite all’assunzione di deleghe.

 

Art.7

 

Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione.

Ad esso sono conferiti i più ampi poteri di gestione ordinaria e straordinaria. Esso può delegare i poteri di amministrazione ivi compresi i rapporti con gli uffici pubblici e con enti privati e le operazioni bancarie di qualsiasi natura, al Segretario Tesoriere, o a terzi membri del Comitato Direttivo.

Il Presidente è eletto per la durata di un biennio.

 

 

Art.8

 

Il Segretario Tesoriere eletto dall’assemblea può esser revocato in qualsiasi momento dalla medesima.

Esso cura la redazione dei bilanci e l’espletamento delle funzioni a lui delegate. Il Segretario Tesoriere può essere non associato e può partecipare alle assemblee ed alle riunioni del Consiglio Direttivo se esplicitamente convocato dal Presidente.

 

Art.9

 

Il Comitato Direttivo è composto da 6 membri, oltre che dal Presidente il quale ne fa parte di diritto.

Spetta al Comitato Direttivo deliberante sulla bozza di bilancio da sottoporre all’assemblea e sul programma delle attività annuali, nonché sulle variazioni di tale programma che si rendessero opportune o necessarie durante il corso dell’annata.

Il Comitato Direttivo si riunisce nella sede sociale, o ovunque, in Italia e all’estero. Le riunioni fuori dalla sede sono deliberate a maggioranza dei suoi membri. Le riunioni presso la sede sono convocate dal Presidente. Le riunioni regolarmente convocate sono valide qualunque sia il numero dei componenti del Comitato Direttivo ad esse partecipanti.

I componenti del Comitato Direttivo sono eletti tra i soci dall’assemblea con votazione a scrutinio segreto. Risultano eletti i soci che hanno ottenuto il maggior numero dei voti. Essi permangono nella loro carica per un biennio. Qualora un componente del Comitato Direttivo venisse, per qualsiasi ragione a mancare, i componenti rimanenti possono provvedere a cooptare un nuovo componente.

 

Art.10

 

L’esercizio sociale si chiude il 31 dicembre di ogni anno.

Ogni socio può recedere alla scadenza dell’esercizio dandone notizia al Presidente con un mese di preavviso a mezzo di lettera raccomandata.

 

Art.11

 

La durata dell’Associazione è stabilita al 31 dicembre dell’anno 2050. Può essere prorogata solo per volontà unanime degli associati.

 

Art.12

 

Per tutto ciò che non è disposto nel presente statuto si rinvia alle disposizioni del Codice Civile in materia di associazioni non riconosciute.



Site Map